FAQ La Buona Terra

Perchè costa così tanto?
I Costi Trasparenti, che definiscono la distribuzione del valore all'interno della filiera, sono consultabili nell'apposito allegato.
Abbiamo deciso di retribuire in modo congruo e trasparente ogni passaggio della filiera, nella consapevolezza che i bassi costi che spunta la grande distribuzione spesso nascondono sfruttamento e scaricano i loro costi ambientali, sociali e sanitari derivanti dall’estremizzazione della riduzione dei costi sulla collettività. Inoltre, fare impresa equa e solidale in contesti complessi e pieni di contraddizioni ha costi aggiuntivi che, una volta compresi, non possono non essere riconosciuti.
La definizione dei Costi Trasparenti richiede un apprendimento collettivo per nulla scontato e si ridefinisce di volta in volta in un percorso che procede per successive approssimazione puntando ad avvicinarsi il più possibile alla realtà.

Dove finiscono i nostri soldi?
Il prezzo remunera innanzitutto il produttore che il responsabile del processo di produzione. Il prezzo comprende anche i costi sostenuti per la trasformazione e confezionamento. Una piccola quota parte va a coprire le spese per i servizi logistici, amministrativi e di promozione. Altre due piccole quote (0.5%+0.5%) vanno ad alimentare il Fondo di Solidarietà Territoriale (FST) per lo sviluppo di progetti di economia solidale nell’ambito della regione Campania ed il Fondo Solidarietà e Futuro (FSF) di CO-energia.

Dovrei lasciare il fornitore del mio GAS per questo progetto?
Il Patto rientra a buon diritto tra i progetti che danno concretezza a parole come economia solidale, un'economia differente in cui l’acquisto diventa anche “politico”, inteso come cura delle cose comuni.
Non si tratta di rinunciare ai produttori consolidati, ma di garantire, attraverso un acquisto, la sostenibilità di un'impresa che oltre ai prodotti, promuove anche un auspicabile cambiamento di valori.
Come questo principio sia compatibile con la conservazione dei propri fornitori dipende dalla valutazione di ogni gruppo.

Chi sono i produttori e i trasformatori?
I produttori e di trasformatori della Rete Campana La Buona Terra sono legati da un accordo di collaborazione (vedi allegato B e allegato C).

I produttori sono:
- Cooperativa Sociale Esperanto
- Azienda agricola Luigi daina
- L’Orto Conviviale di Corongiu Miriam

I trasformatori sono:
- Cooperativa Sociale Stalker
- Azienda agricola La Sessanella
- Cooperativa Sociale Esperanto
- Azienda agricola Annamaria Taliento
- Pomamoris s.n.c.
- Azienda agricola Antichi Sapori

inoltre l’Associazione di Promozione Sociale Altro Modo Flegreo svolge attività di animazione, progettazione, comunicazione, promozione e di coordinamento.

Perché dobbiamo pagare l’anticipo?
Le aziende agricole coinvolte hanno già avviato da alcuni mesi, sulla fiducia, le attività agricole, sostenendo costi (sia di lavoro che di manodopera) che vorremmo provare a far gravare il meno possibile sui produttori. Inoltre, l’anticipo serve sia a coprire eventuali inconvenienti sulla produzione, sia, più in generale, a valorizzare il nostro ruolo di co-produttori.

CONTATTI

Se vuoi partecipare alle attività di CO-energia informati presso il referente del tuo GAS/DES o scrivi a:

info@co-energia.org

*

CERCA