Pochi sono a conoscenza che il Governo, con la legge di programmazione economica del 2017, ha deciso una serie di misure per il contrasto alle povertà e fra queste anche il “bonus energia” per la fornitura di elettricità e gas. Infatti sono ancora pochissime le famiglie che usufruiscono dello sconto sulle bollette. Secondo i dati ufficiali, nel 2016 ben 2 milioni di aventi diritto non ne hanno fatto richiesta.

Queste misure, sono state reiterate anche per l'anno 2017, ampliando la platea dei beneficiari, come anche l'entità del beneficio.

Per ottenere il beneficio è necessario inoltrare domanda e occorre produrre certificato ISEE ordinario, le bollette (di luce e gas) e il documento d’identità.

La richiesta va inoltrata presso il comune di residenza o presso altro ente designato dal comune stesso (es. CAF convenzionati) utilizzando gli appositi moduli. È possibile utilizzare un solo modulo per richiedere sia il bonus elettrico che quello del GAS.

Il bonus luce e gas destinato alle famiglie in difficoltà economica che rientrano in una situazione reddituale certificata con l’ISEE pari o inferiore a8.107,50, oppure le famiglie numerose con almeno 4 figli a carico con ISEE pari o inferiore a20.000,00.

Possono chiedere il bonus elettricità tutti i clienti intestatari di un contratto di fornitura elettrica, esclusivamente per la sola casa di abitazione di residenza.

L’importo del bonus energia elettrica dipende dal numero dei componenti di famiglia anagrafica e il valore è aggiornato annualmente dall’Autorità competente.

Per il 2017 l’importo del bonus elettricità è:
- nucleo familiare con 1-2 componenti €112
- nucleo familiare con 3-4 componenti €137
- nucleo familiare oltre 4 componenti €165

Inoltre, se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute che utilizzi cure elettromedicali o macchinari che gli permettono di restare in vita, il nucleo familiare può chiedere anche questa agevolazione che vale ogni anno dai 72€ ai 156€ e dai 177€ a 639€ per le apparecchiature salvavita.

L’importo viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica e suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla domanda.

Il bonus gas spetta ai titolari di un contratto di fornitura diretta (di rete) o con un impianto condominiale. È una misura compensativa e non predefinita legata a più fattori: numero dei componenti la famiglia, consumi e tipo di utilizzo (cottura, acqua calda e riscaldamento) e alla fascia climatica di appartenenza. Il risparmio è del 15% circa sui consumi medi per la fornitura annua. Il beneficio spettante verrà corrisposto in bolletta.

Si rammenta che la richiesta dei bonus deve essere rinnovata annualmente.

Mercoledì, 05 Aprile 2017 21:09

Registrato ADESSO PASTA!, il marchio solidale

Il 6 marzo scorso è stato registrato il marchio ADESSO PASTA!, in comproprietà tra l'Associazione CO-ENERGIA e la Coop. Agricola LA TERRA E IL CIELO, di Arcevia (AN), i cui 120 soci producono prioritariamente pasta e legumi biologici di alta qualità.

La comproprietà di un marchio tra un soggetto economico e un'associazione culturale che si riferisce strettamente ai principi ed ai valori dell'Economia Solidale non capita tutti i giorni. È il suggello di un percorso lungo e graduale, iniziato nel 2008 da un gruppo di lavoro misto*, che vede partecipi, oltre ai due soggetti comproprietari sul piano formale, anche decine di Gruppi d'Acquisto Solidali che credono in questo "Patto Solidale", partecipano in solido al rischio d'impresa della Cooperativa, conoscono i produttori associati le loro capacità e difficoltà, concordano con essi un prezzo equo, basato sulla definizione dei costi trasparenti di filiera, dalla semina nel campo alla confezione di pasta, si impegnano ad un acquisto annuale pre-stabilito e condividono un Fondo di Solidarietà e Futuro, che ogni anno destinano in progetti di Economia Solidale.

In allegato si può vedere un fac-simile di etichetta che sarà apposta su una speciale confezione di pasta, da 3 kg., pensata con criteri economici ed ecologici, specificamente per i GAS che partecipano al Patto. Per questa confezione, etichettata ADESSO PASTA!, la Cooperativa rinuncia alla sua quota di utile e garantisce che la produzione avverrà esclusivamente con grano prodotto dai soci cooperatori agricoli.

Non è pertanto senza un pizzico di orgoglio e sincera soddisfazione, che ci pregiamo di comunicare questo passo in avanti, che supera la logica del puro "libero mercato", anticipa nuove logiche e percorsi di economia dal basso, allinea e confonde, "a pari dignità", i ruoli finora distinti di consumatori, produttori e distributori, e porta un contributo verso l'idea di una comunità che si cura dei beni comuni e che ha tutte le caratteristiche per provare a costruire un mondo diverso e possibile.

Francesco Tampellini - Presidente di CO-Energia

Bruno Sebastianelli - Presidente di LA TERRA E IL CIELO

* Il Gruppo Misto è composto da: B.Sebastianelli., C.Mariotti., S.Grazioli. per LA TERRA E IL CIELO e S.Venezia, D.Biolghini, E.Riva., F.Cracco., T.Muccifora, per CO-ENERGIA

Una serata per capire le conseguenze dei cambiamenti climatici e conoscere Equostop, l'innovativo progetto del DES di Varese finalizzato alla creazione di una rete di relazioni di scambio tra chi ha a disposizione un mezzo di trasporto e chi ha bisogno di un passaggio.

L'incontro si tiene venerdì 21 aprile 2017 alle ore 20.45 presso l'Ex Colonia Elioterapica di Germignaga.

Intervengono:
Fulvio Fagiani - presidente UNIVERSAUSER
Stefano Caserini - docente di “Mitigazione dei cambiamenti climatici” al Politecnico di Milano
Maria Vittoria Lanella - presidente del GIM

Nello spirito di Equostop si chiede a tutti i partecipanti di arrivare alla Colonia di Germignaga organizzando la condivisione delle auto o utilizzando la bicicletta.

Equostop è uno dei progetti di economia solidale finanziati dal Fondo Solidarietà e Futuro 2015, come frutto della Convenzione in essere con Dolomiti Energia, cui oggi aderiscono circa 1200 tra famiglie e partite IVA.

Per maggiori informazioni visita:
www.botteghegim.it
www.terredilago.it

Domenica 26 marzo il progetto "Adesso Pasta" viene presentato alla tradizionale festa di compleanno della cooperativa Aequos, che si tiene nella struttura della Pro Loco di Villa Cortese in Via Padre Kolbe, 35.

PROGRAMMA

SABATO 25 MARZO 2017
Per il ciclo degli eventi culturali 2017 "Salute del Suolo, salute dell'uomo", si svolgerà il primo evento dal titolo "A scuola di bio", ovvero Ruolo e funzione delle scuole di agraria per una agricoltura biologica.
- ore 16,00 inizio della tavola rotonda. E' previsto un confronto tra gli esponenti degli istituti locali e quelli di un istituto marchigiano che ha avviato con successo un progetto di coltivazione biologica di vino e olio. Parteciperanno esponenti del mondo universitario e di quello produttivo e il nostro consulente Carlo Bazzocchi.
- ore 19,00 spazio conviviale con apericena

DOMENICA 26 MARZO 2017
ore 10.00    Accoglienza
ore 11,00    Presentazione del progetto "Adesso Pasta"
ore 12.30    Pranzo condiviso
ore 14.30    Parliamo con i produttori (prepariamo le nostre domande)
ore  16.30   Tutti si collabora per il riordino dei locali.
I saluti dalle 17.00 in poi.
L'animazione per i bambini è prevista dalle 14,30; portate dei giochi di società e, se il tempo lo consentirà, palloni per giocare all'esterno.

www.aequos.eu

Nel 2011 a Inzago, un Comune della provincia di Milano, l'amministrazione comunale vuole dare la possibilità a tutti i cittadini, e non importa la loro disponibilità finanziaria o la disponibilità di un tetto adeguato, di partecipare alla produzione di energia elettrica pulita, rinnovabile e locale.

Nasce così il progetto “Adotta un pannello”. Cinque incontri pubblici informano la comunità locale che partecipa attenta: l'obiettivo è raccogliere entro tre settimane i finanziamenti per un impianto da installare sulle scuole medie di Inzago, con una potenza che deve essere almeno di 50 kW per garantire l'economicità del progetto. 50 famiglie aderiscono al progetto, mettendo a disposizione finanziamenti per "adottare" 429 pannelli, che potranno produrre l'equivalente del fabbisogno di tutta la scuola per i prossimi 25 anni.

Si può così fondare la società Kennedy Energia, così chiamata perché la scuola su cui sorgerà l'impianto è dedicata ai fratelli Kennedy.

I pannelli adottati da ciascuna famiglia vanno da un minimo di 3 ad un massimo di 20. L'idea è talmente piaciuta che del gruppo fanno parte anche 12 famiglie che vengono dalle province di Milano, Pavia, Bergamo, Lecco, Cremona e Bologna.

Il 4 dicembre, dopo una installazione impeccabile e a tempo di record da parte delle cooperativa sociale onlus Coopwork, l'impianto da 100 kW è collegato alla rete elettrica.

Per 25 anni non solo la scuola avrà energia pulita, rinnovabile e locale, ma le nuove generazioni che li riceveranno la loro educazione potranno essere testimoni diretti di un progetto di sviluppo sostenibile e solidale, che ci auguriamo siano le caratteristiche del mondo che faranno questi "cittadini di domani".

Il progetto “Solare in multiproprietà”, riguardante la realizzazione di un impianto fotovoltaico in multiproprietà su strutture di enti pubblici, è stato promosso nel 2009 nel comune di Castelleone (Cremona) a cura di GASenergia, associazione fondata dai GAS nel 2007 e operativa a livello nazionale.

Il progetto è innovativo nel suo ambito perché si basa sull'azionariato diffuso e sul coinvolgimento dell’ente pubblico: questo modello di collaborazione pubblico-privato porta con sé una forte valenza socio-culturale, oltre agli innegabili benefici economici ed ambientali che ne derivano.

Il progetto pilota del “Solare in multiproprietà”, denominato “Dosso energia”, viene realizzato a Castelleone, in provincia di Cremona; è promosso da GAS Energia e dal Comune di Castelleone, in collaborazione con la rete InterGAS della bassa Lombardia, e gode del patrocinio dell'associazione Comuni Virtuosi, di Legambiente e delle ACLI locali.  L'idea nasce nella primavera del 2009 ed è subito condivisa dai gas locali (molti dei quali aderiscono all'associazione GAS energia).

Grazie alla collaborazione tra il Comune di Castelleone e GAS Energia, viene avviato uno studio di fattibilità che riguarda sia la parte tecnico-impiantistica sia, soprattutto, la parte gestionale, che rappresenta una novità per la caratteristica dell'impianto in multiproprietà e del coinvolgimento dell'ente pubblico. Si individua quindi l'edificio che ospita l'impianto: il tetto della palestra “Il Dosso” di proprietà del Comune. L'impianto produrrà energia elettrica che sarà interamente utilizzata dallo stesso complesso sportivo Dosso, dalle scuole e dalle utenze comunali consentendo al contempo un notevole risparmio sul costo energetico sostenuto dal comune .

La soluzione gestionale che viene individuata consiste nel creare una società ad azionariato diffuso, che tramite i soci finanziatori realizza l'impianto. Le persone partecipano al progetto acquistando quote unitarie minime di euro 1000, fino ad un massimo di 20 quote (equivalenti al valore di un impianto domestico). Alla fine della sottoscrizione, i cittadini che hanno aderito al progetto sono stati 64 per un totale di 369 quote raccolte, per un importo superiore alla previsioni iniziali: si è resa quindi necessaria l’individuazione di una seconda palestra e di una scuola per poter installare tutti i moduli fotovoltaici previsti. Complessivamente saranno 110 KWp installati su una superficie totale di 800 mq. per riuscire a produrre ben 118400 KWora all’anno e risparmiare 59 tonnellate/anno di CO2 in atmosfera .

In data 12 marzo 2010 il Consiglio Comunale ha quindi deliberato una convenzione tra la società costituita da privati cittadini, denominata “Dosso energia srl”, e il Comune di Castelleone, determinandone i rapporti, la responsabilità della progettazione, esecuzione e manutenzione dell'impianto e la titolarità della convenzione per incentivi in Conto Energia e scambio sul Posto.

“Dosso energia srl” è stata quindi formalmente costituita con atto notarile il 25 aprile 2010, alla presenza di tutti i 64 soci; in seguito, quindi, la società, in base alle chiusure dei bilanci annuali, erogherà ai soci gli utili spettanti in base alle quote sottoscritte.

Il progetto “Solare in multiproprietà” di Castelleone, a cui hanno aderito i cittadini del Comune di Castelleone e le famiglie dei gas promotori, così come diversi rappresentanti delle varie realtà dell'economia solidale, ha rappresentato un esperimento pilota che potrà essere replicato in diversi contesti e territori . In questo modo contribuisce a rafforzare in positivo il legame tra l’energia, la vita dei singoli ed il territorio.

www.dossoenergia.org

Scambiare o vendere energie rinnovabili sia libero per tutti. Una petizione per sostenere la diffusione del fotovoltaico e di tutte le altre fonti rinnovabili.

Nella prima settimana di marzo, l'aula del Senato riprenderà l'esame sul ddl Concorrenza.

Su spinta delle Associazioni ambientaliste, dei consumatori e del settore delle rinnovabili e dell'efficienza energetica sono stati presentati emendamenti importanti che riguardano lo sviluppo della generazione distribuita di energia rinnovabile, che potrebbero consentire il ripristino dei "sistemi di distribuzione chiusi", reti elettriche che permettono di scambiare energia prodotta verso più clienti.

L'utilizzo dei "sistemi di distribuzione chiusi" da parte dei singoli cittadini o da piccole, medie o grandi aziende, romperebbe definitivamente l’oligopolio delle multi utility.

La mancata approvazione e la penalizzazione di questi sistemi impedisce ad energie come il fotovoltaico ma anche a tutte le altre fonti rinnovabili, di potersi affermare e diffondere in tutto il territorio nazionale.

CO-energia vi invita a firmare la petizione al Presidente del Consiglio affinché nell'esame in aula del ddl concorrenza venga finalmente approvata questa norma.

SOSTIENI LE ENERGIE RINNOVABILI, FIRMA LA PETIZIONE!

Sovranità alimentare ed energetica, filiere autorganizzate, etiche, ecologiche, sostenibili e partecipate. Sono questi i temi che verranno trattati il 18 e 19 marzo a Napoli in un momento di incontro e confronto tra realtà che, dal nord al sud, si impegnagno quotidianamente per cercare alternative etche e sostenibili in campo alimentare, energetico e web.

Su invito di ​Corto Circuito Flegreo un'ampia delegazione della nostra associazione parteciperà a questo scambio di esperienze su tre filoni:
- sovranità alimentare (patti e filiere autogestite e solidali: ADESSO PASTA!, FUNKY TOMATO, CUM-PANATICO SUD)
- energia condivisa ed autoprodotta (ènostra e forniture sostenibili e rinnovabili)
- comunicazione e telematica solidale (Social Business World)

Assieme a tante presenze delle realtà solidali partenopee, parteciperanno tra gli altri anche il GdL RES Sovranità Alimentare, Daniela Patrucco di Retenergie, Bruno Sebastianelli di Coop. LA TERRA E IL CIELO, Michele Paolini di SBW, Francesco Tampellini di CO-energia

Il vitto sarà cucinato con i prodotti delle filiere alimentari partecipanti!

L'ingresso è libero presso ex OPG "Je so' pazzo", via Matteo Renato Imbriani  218, Napoli.
Per informazioni: 339 4867444 (Gennaro)  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Inclusione sociale dei soggetti più fragili e lotta al degrado urbano in alcune aree degradate di Bologna. Sono questi gli obiettivi del progetto dell'associazione Mastro Pilastro (presentato da GASBO), che ha ottenuto il finanziamento di 800 del bando B del Fondo Solidarietà e Futuro 2015, dedicato al contrasto alla povertà e alla vulnerabilità sociale ed in favore dell'inclusione.

IL Consiglio di CO-energia ha visto nel progetto l'opportunità di divulgare i principi dell'Economia Solidale, generando modelli economici condivisi e progettati dalla comunità di riferimento, che siano di reale contrasto alla marginalizzazione sociale.

Il Fondo Solidarietà e Futuro 2015, è frutto della Convenzione in essere con Dolomiti Energia, cui oggi aderiscono circa 1200 tra famiglie e partite IVA.